Piattaforme di trading: regolamentazione e app per mobile

Trading

Oggi fare trading significa, inevitabilmente, essere pronti ad utilizzare i migliori strumenti disponibili sul mercato. Per questo nell’ambiente si dice che un buon investimento comincia già dalla scelta della piattaforma di trading. Se vuoi guadagnare sul forex, sul mercato azionario o sulle materie prime non puoi non avvalerti di un broker che sia serio, professionale e che offra strumenti di altissimo livello per metterti nella condizione ideale per ottenere il massimo risultato.

Va anche detto che oggi è indispensabile essere multi tasking, ossia essere sempre connessi ai mercati finanziari, e per farlo è necessario che il broker ci metta a disposizione un’ottima piattaforma per fare trading da mobile. In questa guida ci occuperemo di questi argomenti cercando di analizzare, anche, le offerte dei vari broker nei diversi settori finanziari.

Come scegliere un broker

Per prima cosa va detto che una piattaforma di trading va scelta anche in funzione delle proprie esigenze. Per prima cosa bisogna ragionare sul proprio tipo di operatività per poi andare ad analizzare cosa offre il mercato. Volendo fare un esempio possiamo dire che se la mia operatività è prettamente incentrata sul forex non andrò a scegliere un broker che basa gran parte della propria piattaforma sul mercato azionario. Anche se di altissima qualità questo broker non sarà mai in grado di offrirmi quello di cui ho bisogno per poter investire al meglio sui mercati finanziari.

Un altro aspetto da prendere in considerazione è quello legato alla regolamentazione. Forse a molti di voi potrà sembrare banale parlare ancora oggi di regolamentazione, visto che dovrebbe essere data quasi per scontata, ma essendo questa una guida rivolta ad un pubblico molto eterogeneo non vogliamo lasciare nulla al caso.

Tutti i broker che operano sul territorio UE, per legge, devono essere regolamentati da un organo di vigilanza. Che sia la Consob, la Cysec o la FCA poco importa purchè l’autorizzazione ad operare ci sia. Questa, infatti, garantisce al trader che il conto che andrà ad aprire rispetti determinate norme di sicurezza (deve essere assicurato per venti mila euro, deve essere segregato rispetto ai conti della società, ecc.).

Per avere un quadro migliore e per approfondire tutto quello che riguarda la scelta del broker per il trading online puoi leggere questa guida: www.wthink.it/broker-forex/18.

Piattaforme di trading con app mobile

Un aspetto importante è quello rivolto al mobile. Chi ha già fatto trading sa che essere sempre collegati ai mercati è molto importante per poter seguire i propri investimenti. Ma parliamoci chiaro, per moltissime persone gli investimenti finanziari non sono un lavoro vero e proprio e non si ha la possibilità di passare tutta la giornata davanti al pc.

Proprio per questo le migliori piattaforme di trading offrono sempre la possibilità di scaricare un’applicazione per avere la propria piattaforma e poter operare anche da smartphone e da tablet. In questo modo si potranno inserire ordini o controllare i propri investimenti anche quando si vanno a prendere i bambini a scuola, tra un appuntamento di lavoro e l’altro o quando si è in viaggio per tornare a casa.

L’importanza di questi strumenti per avere una connessione online sempre attiva è molto importante e ormai è diventato molto difficile trovare un broker che non offra un’app per mobile.

Quali sono i migliori broker?

A questo punto vale la pena spendere 2 parole a favore di quelli che possiamo considerare i migliori broker con cui fare trading online. Ovviamente, come abbiamo già detto, si tratta di indicazioni puramente personali che si basano sulla nostra esperienza diretta e non vogliono in alcun modo essere un qualcosa di vincolante per nessuno. Detto questo vediamo di analizzare qualche broker di alta qualità:

  • Plus500: parliamoci chiaro, plus500 è uno dei massimi broker europei per quel che riguarda i cfd. Oltre 1 milione di clienti e un’organizzazione tra le più solide del panorama. La sua piattaforma di trading ha ricevuto apprezzamenti molto ampi sia dai trader principianti che dalla platea, ben più esigente, dei professionisti del settore.
  • Ig Italia: è la divisione italiana del broker internazionale IG. Si tratta di un colosso di indiscussa qualità che opera molto anche nel settore della formazione. A nostro avviso è uno dei migliori broker per contratti per differenza oggi in circolazione.
  • Directa: ottima piattaforma di trading che ha tra le sue peculiarità quella di essere molto versatile. Questo broker, infatti, permette di investire su quasi tutti gli asset a condizioni molto interessanti. Società molto solida e affidabile visto anche che opera in Italia fin dalla fine del secolo scorso.
  • Fineco: in Italia vanta ottimi numeri. In effetti si tratta di un broker di buona qualità che offre una piattaforma di trading molto interessante. La consigliamo ai trader di livello base e medio, forse per i “professionisti” ci sono soluzioni più adatte.
  • 24Option: è il broker migliore quando si parla di trading in opzioni binarie. Tanti asset e strumenti per fare scalping ne fanno un’ottima soluzione per diversificare i propri investimenti.

Siamo giunti alla fine di questa nostra guida dedicata alle migliori piattaforme di trading. Il nostro obiettivo, che speriamo di aver centrato, è quello di offrirti le basi necessarie a fare le tue valutazioni e a scegliere il broker che meglio rispecchia il tuo modo di investire. Ovviamente prima di scegliere ricorda sempre di controllare sul sito della Consob se il broker è regolamentato (quelli che ti abbiamo indicato lo sono) così da avere maggiori garanzie in termini di qualità e sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *