Analisi mercato trading forex

Analisi mercato trading forex

Procedere alla analisi del mercato forex è di fondamentale importanza nell’individuare correttamente l’andamento delle valute, tenendo conto di tutta una serie di fattori, attuali o passati. L’analisi dei mercati si rivela infatti basilare per costruire una giusta strategia vincente.

Premesso ciò, l’analisi del mercato forex può essere eseguita ricorrendo alla analisi fondamentale e alla analisi tecnica. Con la prima si prendono in considerazione principalmente i dati macroeconomici, con la seconda si fanno previsioni sulla base di calcoli statistici e di grafici delle quotazioni passate. Entriamo nel dettaglio.

Con l’analisi fondamentale si va ad analizzare la valuta di un paese considerandolo come un bene strettamente correlato all’economia reale e alla finanza pubblica. A tal riguardo sono molteplici i  fattori che vengono presi in esame, come ad esempio la differenza  fra i tassi di sconto ufficiali, l’andamento del Pil (prodotto interno lordo) di un paese, la situazione della finanza di quel dato Stato e via di seguito. Ecco dunque che i trader che si dedicano alla analisi fondamentale, seguono molto da vicino tutte le notizie macroeconomiche e pertanto fanno di solito uso di professionali servizi di news on line.

L’analisi tecnica si basa invece sulla previsione dell’andamento dei mercati valutari tramite una disamina di tipo statistico e matematico. Il comportamento degli investitori risulta, per gli analisti tecnici, ciclico nel tempo e dunque osservando, ad esempio,  il grafico delle quotazioni, sarà possibile prevedere l’andamento dei mercati. Al giorno d’oggi si ha l’innegabile vantaggio che tutti i grafici vengono ormai generati in modo automatico dalle piattaforme di trading on line. Questo significa che per ricorrere alla analisi tecnica non è strettamente necessario essere dei abili esperti matematici. Di certo aiuta avere delle solide basi di calcolo ma tramite tali software l’operatività sui mercati è divenuta più semplice e adatta a qualsiasi tipologia di utente.

Qualsiasi sia l’analisi, fondamentale o tecnica, che il trader decide di adottare, bisogna sempre prestare attenzione alla piattaforma del broker. Soltanto i migliori operatori sono in grado di fornire grafici delle quotazioni in modo semplice ed immediato, un aspetto essenziale per gli esperti di analisi tecnica, e possibilmente anche un flusso costante di notizie macroeconomiche, peculiarità ricercata da chi sceglie di operare ricorrendo alla analisi fondamentale.

Una cosa è certa: la migliore tecnica in assoluto non esiste ma combinando entrambe le tipologie di analisi, si riusciranno ad ottenere i migliori risultati sul mercato forex.

One Response to Analisi mercato trading forex

  1. marco ha detto:

    Strategia mista (Martingala + storico + Acceleration Band)

    Salve a tutti.
    Oggi cercherò di spiegarvi questa tecnica mista di trading sulle opzioni binarie 1 minuto, che mi sta dando enormi soddisfazioni anche se solo su una piattaforma di test.
    Gli strumenti che uso sono il grafico a 1 minuto di Freestockchart.com con indicatore di Acceleration Band e poi un grafico storico da me elaborato ( consultabile a questo link) oltre che una piattaforma di testing. Io uso IqOption ma voi potete farlo dove meglio credete.

    Bene, apriamo sul Browser i tre link su 3 pagine diverse ed analizziamo subito sul grafico in tempo reale di FreeStockChart l’andamento del grafico in relazione alle bande di Accelerazione.

    Ricordiamoci sempre che gli investimenti che faremo dovranno tenere conto di questo dato poichè è notorio che lo sfondamento di questi valori sul grafico, provocano solitamente un andamento continuativo nella direzione di sfondamento per alcuni periodi e poi un rimbalzo in senso inverso. Quindi un occhio sempre alle candele che sfondano e regoliamoci di conseguenza.

    Se invece il grafico si mantiene all’interno delle bande prendiamo i valori di chiusura ed apertura dell’ultima o penultima candela completa.

    Esempio EURUSD 1 minuto Close=1,12402 Open=1,12406.

    In questo caso la candela è rossa, in ribasso.

    Andiamo sullo storico e mettiamo nel campo ricerca Close il valore analizzato 1,12402 e poi click su “cerca”.

    Nella lista accanto comparirà il risultato della ricerca del valore di chiusura 1,12402 in un anno di periodi di 1 minuto e verranno messi in evidenza tutti i risultati con questo dato.

    Mettiamoli in ordine di Open Cliccando sopra il link “Open”.

    Trattandosi di una ricerca fatto su una candela in ribasso (rossa) andiamo sui risultati di colore rosso che sono quelli in ribasso.

    Nella colonna Open (la seconda, dopo la data) cerchiamo valori che si avvicinano al dato della nostra apertura 1,12406.

    Se siamo fortunati troviamo valori identici ma anche se non ci sono prendiamo in esami valori vicini (es. 1,12407-8-9 oppure 1,12406-5)

    e clicchiamo sul botton “Grafico”. Si aprirà una nuova finestra con il grafico dove il valore scelto è esattamente al centro. A destra ed a sinistra saranno presenti 7 candele per parte (7 antecedenti e 7 successive) così da farne capire l’andamento in 15 periodi completi. Apriamo più grafici a relativi a piùvalori Open (4, 5 finestre e confrontiamo questi grafici storici con quello che sta accadendo in questo momento (grafico in linea).

    Potranno esserci grafici pressa poco simili, completamente diversi o addirittura fotocopia e basandoci su questi facciamo un investimento sull’andamento che lo storico ci indica.

    A questo punto possiamo vincere o perdere.

    In caso di vincita possiamo anche proseguire per altri 1 o 2 investimenti sulla stessa linea dell’ andamento dello storico.

    In caso di perdita proseguiamo la puntata nello stesso verso PUT se abbiamo perso PUT e CALL se abbiamo perso in CALL con strategia in martingala.

    Vi ricordo sempre di valutare il grafico anche in relazione alle bande di accelerazione come detto all’inizio.

    Sto preparando un video e lo metterò al più presto in linea.

    Fetemi sapere i vostri risultati e buon Trading a tutti.

    Marco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *